Con il termine Photorejuvenation (fotoringiovanimento) si intendono le tecnologie che contrastano l’invecchiamento cutaneo provocato dall’età, a causa di fattori fototossici e di uno stile di vita scorretto. La tecnologia IPL utilizza l’energia luminosa ad alta intensità per eliminare da viso, collo, mani e decolleté i segni evidenti di invecchiamento, dalle pigmentazioni benigne di ogni tipo, alle piccole rughe.

Obiettivo: Eliminare i segni di invecchiamento cutaneo.

Il candidato adatto a questo trattamento ha una o più delle seguenti caratteristiche:

  • macchie senili
  • lentigo solari
  • chiazze rosse sul decolleté
  • pori dilatati
  • piccole rughe
  • couperose
  • angiomi
  • segni da acne

Collo, viso, mani e decolleté sono le parti più esposte ai danni provocati dai raggi ultravioletti e all’invecchiamento cutaneo, ma sono anche particolarmente sensibili. La tecnologia IPL è indicata proprio per la sua peculiare caratteristica che permette di creare un trattamento su misura per ciascun individuo, tipo di pelle, età e importanza dell’inestetismo da eliminare. Gli impulsi di luce vengono somministrati ad intervalli per consentire all’epidermide di raffreddarsi e di rendere il processo di ringiovanimento del tutto sicuro da danni termici e senza nuocere al tessuto circostante

In che cosa consiste il trattamento?

La preparazione alla seduta di fotoringiovanimento consiste in una profonda pulizia del viso con apposite sostanze detergenti, segue poi l’applicazione di una pomata anestetica. Il laser pulsato ad anidride carbonica vaporizza lo strato cutaneo superficiale colpendo i difetti provocati dall’invecchiamento.

La luce pulsata agisce secondo il principio di fototermolise selettiva, cioè colpisce solamente il bersaglio cromatico impostato dall’operatore. L’apparecchiatura viene perciò impostata dall’operatore con una sequenza di impulsi rapidi, la cui durata e profondità d’azione variano a seconda del tipo di pelle e di inestetismo da eliminare.

In questo modo viene favorita una riepitelizzazione senza che gli strati più profondi dell’epidermide vengano danneggiati. Al termine della seduta, viene applicata una crema antinfiammatoria e antibiotica.

Che cosa dovrò fare dopo la seduta?

Finché permane il rossore, poche ore o al massimo un paio di giorni, si dovrà evitare di esporre la pelle ad eccessive fonti di calore, come raggi Uva, saune, …

Come sarà il risultato?

Già dopo la prima seduta di fotoringiovanimento, la pelle risulterà più giovane. Saranno ridotte visibilmente le macchie senili, i pori dilatati e le piccole imperfezioni. Dopo un mese sarà possibile ripetere il trattamento per raggiungere un risultato durevole nel tempo.