I peli sul corpo maschile non sono più sinonimo di virilità. Liberarsene è anzi un must, non riservato solo a modelli ed attori. Nei centri di fotoepilazione cresce sempre più la clientela maschile, a dimostrare che senza peli l’uomo si piace e piace di più.

Corpo statuario, muscoli palestrati, pelle liscia e glabra. Anche il corpo maschile si può vantare di questi tre elementi per essere davvero affascinante. Gli uomini che si depilano non sono più considerati delle mosche bianche e non rischiano più di essere additati come “effeminati” quando non giustificano il loro atto come un’esigenza sportiva. Anche la vanità maschile quindi ha lasciato cadere tutti (o quasi) i peli e l’effetto non è per niente male.
Peli? Meglio senza

Cambiano i tempi e cambiano giustamente i gusti. I peli su viso e torace non sono più considerati un “accessorio” virile. Al contrario, l’immagine di un uomo sexy si sposa oggi con quella di un corpo quasi completamente senza peluria (un ottimo espediente tra l’altro per mettere i muscoli in piena mostra!).Per fare “piazza pulita” dappertutto gli uomini sono disposti a ricorrere a qualsiasi mezzo: rasoio, creme depilatorie, ceretta. Ma per liberarsi dei peli superflui c’è un sistema più risolutivo e meno doloroso: la fotoepilazione a mezzo luce pulsata ad alta intensità, tecnica innovativa in grado di ridurre gradualmente il patrimonio pilifero attraverso la distruzione del bulbo e di ottenere pertanto l’eliminazione dei peli superflui.

Quello che le donne non dicono

Le donne odiano i peli superflui, ma che effetto procura loro la vista di una folta peluria sul corpo maschile? Ovviamente l’aspetto scimmiesco non piace a nessuna (o perlomeno non così apertamente) e molto dipende anche dalla zona in cui si manifesta l’irsutismo. In ordine di non preferenza, le donne fanno fatica ad accettare il loro uomo particolarmente peloso sulla schiena, sulle spalle, nelle orecchie, nel naso, sui glutei, sull’addome.

La tecnologia IPL

La fotoepilazione a mezzo luce pulsata rappresenta un’efficace soluzione per la lotta contro i peli superflui e gli inestetismi provocati dalla loro crescita (come peli incarniti, spesso accompagnati da papule e piccole cisti). Il trattamento IPL (Intense Pulsed Light), utilizzato nei centri della Golden Light, rappresenta infatti – con l’avallo dell’americana Food&Drug Administration – un ottimo mezzo per determinare una progressiva diminuzione del patrimonio bulbare. Come tutti i metodi di epilazione, il risultato e la durata delle sedute necessarie sono sicuramente soggettivi. La riduzione permanente dei peli superflui, al termine di un adeguato ciclo di trattamenti, è comunque consistente e, nei casi particolarmente positivi, raggiunge l’80%. La tecnologia IPL è adatta alla rimozione di peli di qualsiasi spessore e può essere applicata anche nelle zone più delicate come il viso, le ascelle o l’inguine.La sua versatilità consente di impostare i parametri secondo le specifiche caratteristiche del soggetto.

Il trattamento

La fotoepilazione richiede una seduta di pochi minuti. Il trattamento (indolore: si avverte un leggero pizzicore) viene realizzato direttamente sui peli, senza bisogno di pre-depilazioni. Sulla parte da trattare viene applicato un gel dalla duplice funzione: di veicolazione del fascio di luce dall’apparecchiatura al cromoforo del pelo e di protezione della pelle dal surriscaldamento. Oltre al gel, a proteggere la pelle dal rischio di danni termici ci pensa anche una speciale funzione di fototermolise selettiva, predisposta per differenziare il riscaldamento del bulbo e della cute,in modo che quest’ultima non corra il rischio di subire danni termici. Attraverso l’energia luminosa il bulbo pilifero viene distrutto attraverso un processo termico. Un ciclo di fototepilazione richiede almeno 4 sedute, realizzate a cadenza mensile.